Potrebbe esserci vita su Venere?

Uno studio di settembre 2020 condotto da Jane Greaves (Cardiff University) ha evidenziato una abbondante presenza di fosfina, un gas tossico, nell’atmosfera di Venere. Studio criticato da una più recente analisi.

La fosfina è un gas letale sulla terra, ma la sua presenza in quantità massiccia potrebbe essere spiegata dalla presenza di batteri nell’atmosfera di Venere, proprio su un pianeta così ostile potremmo avere i primi segni di vita extraterrestre.

Lo studio, condotto dall’università di Cardiff, ha riportato questo risultato tramite l’utilizzo dei telescopi ALMA (Atacama Large Millimeter Array) in Cile e JCMT (Jamex Clerk Maxwell Telescope) nelle Hawaii. Se ti interessa leggere l’articolo, ecco il link.

Successivamente però, 4 studi indipendenti hanno evidenziato che la presenza di fosfina nell’atmosfera di Venere potrebbe essere al più 7 volte minore rispetto a quella riportata dall’università di Cardiff. Tale errore sembra dovuto a delle interferenze con il telescopio stesso. (leggi l’articolo).

La ricercatrice Graves però non si da per vinta: secondo lei esistono ancora delle prove tangibili della presenza di tale gas nelle quantità indicate dal suo team. Resta quindi una questione aperta che verrà risolta in futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *