Il sistema di Proxima Centauri

Proxima Centauri è la stella più vicina al nostro Sole. E’ una nana rossa che potrebbe ospitare un potenziale esopianeta abitabile.


Si trova nella costella del Centauro. E’ vicina al sistema binario di stelle Alpha Centuri ed è una stella piccola e poco luminosa. Il nome “Proxima” deriva dalla sua distanza di “soli” 4,23 anni luce, una vicinanza che la caratterizza come stella più vicina al Sole.

Una rappresentazione della Stella

Proxima Centauri è quindi una nana rossa di classe M5 ed è stata scoperta nel 1915 dal Union Observatory in Sudafrica assieme a Alpha Centauri, Un sistema binario di stelle molto vicino a Proxima.

Il sistema di Alpha Centauri e Proxima Centauri

Proxima Centauri b

Nel lavoro di ricerca degli esopianeti simili alla terra svolto da vari gruppi di ricerca, l’analisi di Proxima Centauri b è sicuramente importante.

Proxima Centauri b è un pianeta roccioso che orbita nella zona abitabile della stella e ha delle caratteristiche che lo hanno posizionato nella lista dei 10 esopianeti più simile alla Terra. Il suo ESI 0.87 piace agli astronomi: potrebbe essere il primo esopianeta su cui l’uomo metterà piede.

Ci sono però alcune problematiche: Il pianeta potrebbe essere in rotazione sincrona con la Stella (la faccia che mostra al suo Sole è sempre la stessa), questo caratterizzerebbe una parte estremamente calda e sempre luminosa ed una parte fredda e scura.

Come potrebbe apparire un pianeta in rotazione sincrona con la Stella

Un’altra problematica deriva dalla Stella Proxima: quest’ultima essendo molto vicina al pianeta lo colpisce di un numero molto superiore di radiazioni rispetto al Sole, cosa che sarebbe un grande ostacolo alla vita.

Naturalmente, solo un approccio diretto al pianeta potrebbe dare una risposta alle nostre domande. Riuscirà l’uomo a mettere piede su questo pianeta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *